Il Salone del Libro di Torino e cinque anni di Orizzonti Culturali Italo-Romeni

Dal 14 al 18 maggio si svolgerà a Torino la XXVIII edizione del Salone Internazionale del Libro , dedicato al tema Le meraviglie d’Italia. Paese Ospite quest'anno è la Germania.

Anche per questa edizione, l’Istituto Culturale Romeno di Bucarest organizza, tramite il Centro Nazionale del Libro e l’Istituto Romeno di Cultura e Ricerca Umanistica di Venezia, la partecipazione della Romania alla più importante manifestazione di questo genere in Italia, con uno stand nazionale e una serie di manifestazioni intorno al tema Le meraviglie della Romania.

Orizzonti Culturali Italo-Romeni, media partner, festeggia proprio al Salone i suoi primi 5 anni di attività con la tavola rotonda Da Cioran a Traian. Cinque anni di «Orizzonti»: scommessa e sfide di una rivista italo-romena, in programma venerdì 15 maggio, alle ore 16.30, presso lo Stand della Romania (Padiglione 3, R10-S05).
Interverranno: Smaranda Elian, Roberto Scagno, Bruno Mazzoni, Mauro Barindi. Conduce il nostro direttore, Afrodita Cionchin. Lettori, collaboratori, amici della rivista sono invitati.

Gli interessati possono trovare i titoli più recenti usciti in vista dell’edizione 2015 del Salone di Torino nel database Scrittori romeni in italiano da noi creato per offrire un importante strumento operativo centralizzato finora non esistente che comprende i libri di autori romeni pubblicati in Italia dal 1903 a oggi. A questo si aggiunge la sezione riguardante gli Scrittori romeni italofoni (Scrittori migranti), che vivono e operano in Italia, scrivendo e pubblicando in lingua italiana. Abbiamo inoltre creato Cioran in italiano, un altro database online, comprendente i titoli degli scritti di Emil Cioran editi finora in italiano e i testi pubblicati in Italia su questo grande romeno.

Lo stand della Romania

Molto il ricco il programma di eventi legato alla Romania: per tutti i cinque giorni, sia presso lo Stand nazionale che in altre sale, verranno organizzate manifestazioni dedite a promuovere le relazioni italo-romene sul fronte della letteratura, delle traduzioni e della politica editoriale. Circa 30 invitati romeni e italiani - scrittori, romenisti, traduttori di letteratura romena in lingua italiana, storici, giornalisti, critici letterari e rappresentanti di case editrice italiane - si alterneranno in una nutrita serie di incontri, presentazioni, tavole rotonde (qui il programma completo). Gli eventi mirano ad incentivare l’interesse degli specialisti per la letteratura romena, i contatti diretti tra gli scrittori e il pubblico, il legame della comunità romena con i valori culturali del Paese d’origine.

Lo stand della Romania, con una superficie di 70 mq, è stato realizzato secondo un concetto ispirato al tema principale dell’edizione di quest’anno e promuove le meraviglie architettoniche del Paese. Saranno presentati i seguenti monumenti romeni: L’Arco di Trionfo, l’Auditorium Romeno di Bucarest, il Casinò di Constanța, il Palazzo Mogoșoaia, il Castello Peleș di Sinaia, il Palazzo della Cultura di Iași, l’Antico Palazzo del Consiglio di Brașov, la Torre dell’Orologio di Sighișoara, una chiesa di legno di Maramureș e il Ponte Basarab di Bucarest. Comprenderà:inoltre uno spazio dedicato alla vendita di libri (organizzato con il sostegno della Libreria Libris di Brașov), una cabina radio che ospiterà l’équipe di Radio Torino International e un punto informativo turistico organizzato in collaborazione con l'Ente Nazionale per il Turismo della Romania in Italia.


Partner: Salone Internazionale del Libro di Torino, Consolato Generale della Romania a Torino, lnte Nazionale per il Turismo della Romania in Italia, Pordenonelegge.it, Libreria Libris di Brașov, Kataplixi Teatro di Torino, Teatri Indipendenti, Compagnia di San Paolo, Centro Culturale Italo-Romeno di Milano, Associazione Bucovina di Torino.

Media partner: Radio Torino International, Orizzonti culturali italo-romeni, Vocea.




(n. 5, maggio 2015, anno V)