DICEMBRE 2018, anno VIII

«La Bibbia perduta» di Igor Bergler, un best-seller giallo-poliziesco

Con La Bibbia perduta (Baldini+Castoldi, Milano 2018), il giallo best-seller costruito attorno alla formula del «fact-fiction», con una strizzatina d’occhio a Dan Brown e a Umberto Eco, il timiscioreano Igor Bergler ha riscosso un clamoroso successo in Romania (più di 130.000 copie vendute dall’autunno 2016, quando è stato pubblicato) e ora, caso più unico che raro per un autore romeno, il libro, i cui diritti sono stati venduti in 33 Paesi, ha iniziato la sua avventura nello spazio editoriale internazionale, pronto a scalarne le classifiche. Presentazione di Mauro Barindi, traduttore del romanzo.



Paesaggi del sentire: «Pittoresco e malinconia» di Andrei Pleșu

La natura nella visione dell’uomo è sempre stata travisata da un duplice schematismo estetico fuorviante – quello malinconico e quello pittoresco – che ha impedito di coglierne l’essenza nella sua fluviale ampiezza di movimento. È questo quanto Andrei Pleșu, personalità di spicco della cultura romena contemporanea, sonda nel suo saggio Pittoresco e malinconia. Un’analisi del sentimento della natura nella cultura europea (traduzione dal romeno e cura di Anita Paolicchi, prefazione di Victor I. Stoichita, Edizioni ETS, Pisa 2018) e in cui ci introduce Draga Rocchi con la sua recensione.



Con Marco Carmello sulla poesia di Elsa Morante

Elsa Morante, autrice de L’isola di Arturo e de La storia, è una delle più grandi narratrici del Secondo dopoguerra italiano, mentre meno nota è la sua produzione poetica, con le sue due raccolte di versi, Alibì (1958) e Il mondo salvato dai ragazzini (1968). Marco Carmello, nella sua monografia La poesia di Elsa Morante. Una presentazione (Carocci editore, Roma 2018), ci guida alla riscoperta e rivalutazione della sua poesia che è stata, nella sua peculiarità, «fuori ruolo e fuori tempo rispetto al canone poetico del Novecento». Di Smaranda Bratu Elian.



«Alla Romania», una poesia per il centenario della Grande Unione

In occasione delle celebrazioni del centesimo anniversario della Grande Unione proclamata nella «Dichiarazione di Alba Iulia», con la quale il 1° dicembre del 1918 veniva sancita la formazione dello Stato nazionale romeno moderno, oggi, nel giorno della Festa nazionale della Romania che commemora da allora quel momento storico, pubblichiamo la poesia che lo scrittore Armando Santarelli ha voluto dedicare alla Romania e al popolo romeno: «Saprò di aver fatto un buon lavoro se riuscirò a suscitare un po' di gioia e un legittimo orgoglio nell'animo dei romeni che mi leggeranno».



«Come fratelli»: una storia di successo sulla fratellanza italo-romena

Il prof. Marian Mocanu e la giornalista Irina Niculescu condensano nel loro libro Come Fratelli. La fratellanza italo-romena a 10 anni dall’adesione all’Unione Europea (Unicopli 2017) venti anni di storia dell’immigrazione romena in Italia nel contesto europeo che, pur fra alti e bassi, dimostrano che è stato un processo svoltosi con successo e in maniera pacifica, incidendo anche per alcuni aspetti nell’assetto demografico della Penisola. Il libro si struttura in 21 interviste a personalità che, a vario titolo, testimoniano il fenomeno migratorio romeno in Italia. Di Diego Garassino.



Una serata italiana su «La tentazione di essere felici» di Lorenzo Marone

Nuovo appuntamento delle Serate Italiane incentrato in questa occasione su un romanzo di grande successo, già vincitore di importanti premi letterari e adattato con altrettanto successo anche per il cinema: La tentazione di essere felici (Longanesi, 2015) dello scrittore napoletano Lorenzo Marone. Il protagonista è un uomo vecchio e stanco che, con amarezza e disillusione, si getta alle spalle la propria vita, ma nel quale cova ancora quel briciolo di umanità che lo pungola a non arrendersi a se stesso. Cronaca di Patricia Bălăreanu.



In anteprima, un florilegio poetico di Dinu Flămând

Dinu Flămând, intellettuale di poliedrica attività, è anche un affermato e apprezzato poeta. In Italia sono state pubblicate due sue raccolte liriche: La luce delle pietre (Palomar, Bari 2009), antologia della sua lirica scritta fra il 1998 e il 2009, a cura di Giovanni Magliocco, e Ombre e falesie (Raffaelli, Rimini 2018), a cura di Smaranda Bratu Elian. La stessa curatrice presenta ora in anteprima per la nostra rivista alcune poesie da una antologia di prossima pubblicazione, nelle quali l’autore riversa impressioni di viaggio, inoltrandosi anche in più intimi meandri della propria vita.

Rivista online edita
dall’Associazione Orizzonti Culturali Italo-Romeni.

Promuove
il dialogo interculturale,
con particolare interesse
verso la traduzione letteraria come opera di mediazione.









PARTNER ISTITUZIONALI






COPYRIGHT

Tutti i testi contenuti
in questo
sito
sono tutelati dal diritto d’autore.
È pertanto vietato
qualsiasi utilizzo
o riproduzione totale o parziale, attraverso qualsiasi mezzo
fisico o elettronico,
senza previa autorizzazione.