NUMERO 5/2021 - IN COSTANTE AGGIORNAMENTO, SEGUITECI!

INCHIESTA ESCLUSIVA

A maggio, 20 nuove testimonianze sulla condizione dell’artista donna (I)

Continua il nostro ampio progetto-inchiesta sull’attuale condizione dell'artista donna in Italia, iniziato ad aprile con la pubblicazione dei primi eclatanti risultati. In questa pagina intervengono a maggio le seguenti artiste: Michela Alfè, Elena Bellantoni, Primarosa Cesarini Sforza, Laura Cionci, Manuela De Leonardis, Elena Dell’Andrea, Laura Vdb Facchini, Cristiana Fasano, Tamara Ferioli e Loredana Galante. A cura di Giusy Capone e Afrodita Carmen Cionchin. Tutti i contributi sono riuniti nel nostro spazio appositamente dedicato a questo progetto, Inchiesta esclusiva donna artista.



Maggio: 20 nuove testimonianze sulla condizione dell’artista donna (II)

In quest'altra pagina ospitiamo a maggio gli interventi delle artiste Arianna Giorgi, Silvia Infranco, Silvia Inselvini, Roberta Maola, Patrizia Molinari, Lulù Nuti, Laura Renna, Ivana Spinelli, Francesca Tulli e Lucia Veronesi. Nel format che vi proponiamo, la riflessione scaturita dallo scambio di idee e punti di vista è accompagnata da una ricca galleria di opere che va dalla pittura alla scultura e alle installazioni, dalla rilettura della tradizione alle contaminazioni e al dialogo con il fumetto e l’illustrazione. A cura di Giusy Capone e Afrodita Carmen Cionchin.



ORIZZONTI FOCUS LIBRO

Rassegna Orizzonti, database, antologie, spazio Dante e inchieste

Maggio è sinonimo di libri e del Salone di Torino che purtroppo anche in questo 2021 ha dovuto rinunciare al suo tradizionale appuntamento. Tuttavia Orizzonti culturali italo-romeni non si perde d’animo e in vista di tempi sicuramente migliori continua la propria missione con i vari Database aggiornati (Scrittori romeni in italiano, Italianistica traduzioni, Italianistica studi), Le Antologie di inediti, lo Speciale Spazio Dante creato per i 700 anni dalla morte del Genio fiorentino, e l’Inchiesta esclusiva sull’artista-donna con le voci di decine di artiste italiane e romene. Editoriale di Afrodita Cionchin.



«Applausi nel cassetto» di Ana Blandiana, finalmente in italiano

Finalmente in italiano, in edizione integrale, l’unico romanzo di Ana Blandiana, Applausi nel cassetto (Elliot edizioni, Roma, 2021), nella traduzione di Luisa Valmarin, romenista, già professoressa di lingua e letteratura romena alla «Sapienza» di Roma. Uscito ‘solo’ nel 1992, romanzo ‘de sertar’, fu scritto durante gli anni ’80, il periodo più buio e drammatico della Romania sotto il pugno di ferro della coppia di dittatori Elena e Nicolae Ceaușescu. Un evento editoriale che vede il ritorno nei librerie italiane di una delle più grandi poetesse e scrittrici romene contemporanee.



Spazio Cioran. Caro Arșavir... «Quanto siamo stati stupidi!»

Fabio Rodda nel recensire il volume L'orgoglio del fallimento – Lettere ad Arșavir e Jeni Acterian (a cura di Antonio Di Gennaro, trad. di Magda Arhip e Laureto Rodoni, Milano-Udine, Mimesis Edizioni, 2021) sottolinea l’importanza di questo epistolario perché in esso si può cogliere il fervore degli anni giovanili di un timido Emil Cioran che, approdato a Bucarest dalla provincia, si trovò catapultato in quell’ambiente di intellettuali che ribolliva di fremiti esistenziali, forieri, anche, di «infatuazioni» ideologiche, una «follia», come poi ebbe a definirle il pensatore transilvano.    



Emil Cioran e il suo «Ultimatum all’esistenza»

Rossella De Lorenzi, nella recensione di Ultimatum all’esistenza. Conversazioni e interviste (1949-1994) a cura di Antonio Di Gennaro, La scuola di Pitagora, 2020, scrive che «è una vera sorpresa leggere questa preziosa raccolta che ci presenta Cioran attraverso interviste e lettere grazie alle quali conoscere aspetti, del pensiero e della vita […] ancora poco trattati o approfonditi nelle sue opere o in altre conversazioni», e che «ci fa scoprire nuove sfumature del pensiero di Cioran» restituendoci «il ritratto di un intellettuale libero» per il quale la scrittura era la salvezza.    



Orizzonti filosofici. Sulle tracce dell’argonauta Culianu

Il 21 maggio 1991, in un bagno dell’Università di Chicago, il professor Ioan Petru Culianu, brillante allievo di Mircea Eliade, fu freddato, a soli 41 anni, con un colpo di pistola sparato alla testa. Gli autori dell’omicidio sono ancora ignoti. A trent’anni dalla morte, la rivista «Antarès» ha appena pubblicato un numero monografico a lui dedicato (Bietti, Milano, 228 pp.). Preceduto da una breve presentazione di Horia Corneliu Cicortaș, proponiamo – per gentile concessione dell’autrice e della rivista – un brano dell’Introduzione al fascicolo, firmata dalla prof.ssa Grazia Marchianò.



DATABASE ORIZZONTI

In prima assoluta, tutti gli autori italiani pubblicati in Romania

Offriamo, in prima assoluta, un quadro d’insieme sugli autori italiani tradotti e pubblicati in Romania, nel database Italianistica Traduzioni con tutti i titoli del Catalogo della Biblioteca Nazionale. Sono completi gli anni 2020 - 88 titoli, 2019 - 103 titoli, 2018 - 87 titoli, 2017 - 65 titoli, 2016 - 55 titoli, 2015 - 55 titoli, 2014 - 76 titoli, 2013 - 62 titoli. Un progetto ideato da Afrodita Carmen Cionchin, al quale contribuiscono Miruna Dumitru e Andreea Ungureanu, coordinate dalla prof.ssa Smaranda Bratu Elian dell’Università di Bucarest. Il secondo database, altrettanto significativo, è Italianistica Studi.



ANTOLOGIA ORIZZONTI INEDITI

Nadia Comăneci, la ginnasta che saltò le frontiere

Aggiungiamo, nella nostra antologia di prosa romena inedita in italiano, un nuovo capitolo del volume Nu se poate evada din istoria noastră di Adrian Cioroianu, storico, giornalista, politico, professore presso la Facoltà di Storia dell’Università di Bucarest, attuale Ambasciatore della Romania presso l’UNESCO. Si tratta di La ginnasta che saltò le frontiere. Fuga all’estero di Nadia Comăneci (novembre 1989), che ricostruisce i retroscena di una evasione presaga, settimane dopo, della caduta di Ceaușescu. Traduzione a cura di Ida Libera Valicenti.



SPECIALE SPAZIO DANTE

700 Viva Dante tra Italia e Romania

Per l’evento dell’anno in Italia, Dante 700, abbiamo creato uno Speciale Spazio Dante che raccoglie i vari contributi che in ogni numero dedichiamo al Sommo Poeta, da diverse prospettive tra Italia e Romania. I contributi che vi si possono leggere, a cura di Giusy Capone, prendono lo spunto dai libri usciti in Italia per il settimo centenario dalla morte di Dante o pubblicati negli ultimi anni e riletti in questa chiave. La figura e l’opera di Dante Alighieri ha goduto anche in Romania di ampia fama e largo interesse tra gli intellettuali, come dimostrato dagli studi qui proposti.



INCONTRI

Con Fabio Francione sulla figura poliedrica di Gillo Dorfles

Giusy Capone dialoga con Fabio Francione, pubblicista dall’ampio spettro di interessi, che vanno dal cinema alla letteratura, autore del libro Gillo Dorfles. Vivere il presente osservando il futuro. Annotazioni e divagazioni per un libro in divenire (Mimesis Edizioni, 2021), che ci introduce alla biografia e al pensiero del noto critico d’arte, pittore, filosofo e accademico triestino, all’anagrafe Angelo Eugenio Dorfles (1910-2018). Splendido flâneur e «nostro contemporaneo», Dorfles fu un acuto osservatore dei nostri tempi, di cui elevò il kitsch a forma d’espressione e di studio.



In dialogo con l’artista-poeta Giorgio Moio

A volte il tragitto di un artista è singolare e tortuoso, quasi accidentale, come scopriamo leggendo il dialogo di Maurizio Vitiello con Giorgio Moio (n. 1959), figura poliedrica e ideatore di un linguaggio originale che combina arti visive, poesia e letteratura. Affatto incline da giovane alla sfera artistico-letteraria, e dopo un percorso di studi irregolari che lo ha portato a iscriversi ad Architettura e poi a Lettere, Giorgio Moio, facendo tesoro del suo zigzagare tra arte e letteratura, ha creato un suo stile unico e personale nutritosi dei classici italiani e delle avanguardie.



ORIZZONTI APERTI

Mozart massone e illuminista. In dialogo con Lidia Bramani

Giusy Capone ci porta nel mondo delle note di Wolfgang Amadeus Mozart dialogando con la scrittrice e musicologa Lidia Bramanti, autrice del libro Le nozze di Figaro. Mozart massone e illuminista (Il Saggiatore, 2020), un saggio che, dall’analisi di uno dei capolavori operistici del genio salisburghese, ci rivela quanto in questa opera Mozart dispieghi il suo spirito libertario e massonico facendone un «vero e proprio manifesto illuminista» in musica, che è al contempo anche una «critica serrata e implacabile alle forze più ottuse e conservatrici della società, di allora come di oggi».



Riccardo Burgazzi: «Il maschilismo orecchiabile» della musica italiana

«Le parole sono maschiliste, non le persone», afferma Riccardo Burgazzi, filologo ed editore, che nel dialogo con Irina Țurcanu ci parla del suo saggio Il maschilismo orecchiabile, mezzo secolo di sessismo nella musica italiana (Prospero Edizioni, 2021), in cui affronta un argomento poco studiato e proprio per questa ragione anche sorprendente in quanto che getta una luce diversa, inedita sul mondo delle ‘canzonette’. Scritto con ironia ma con profondità di analisi, il saggio non vuole puntare il dito contro nessuno ma indaga un terreno in apparenza leggero e un po’ ‘subdolo’.



ORIZZONTI D’ARTE

Il genio pittorico femminile in mostra a Milano

Il 3 marzo 2021 si è aperta presso il Palazzo Reale di Milano la mostra «Le Signore dell’Arte. Storie di donne tra ‘500 e ‘600», una splendida e ghiotta occasione per ammirare riuniti insieme più di 130 dipinti di 34 iconiche «signore» della pittura barocca e rinascimentale italiana (Artemisia Gentileschi, Sofonisba Anguissola, Properzia de Rossi, Irene di Spilimbergo ecc.) provenienti da celebri musei italiani ed esteri. La mostra curata da Annamaria Bava, Gioia Mori e Alain Tapié e sponsorizzata dalla Fondazione Bracco resterà aperta fino al 25 luglio. Di Irina Niculescu.



Emma Anticoli Borza, un’artista legata alla Romania

L’artista e scrittrice Emma Anticoli Borza ha mostrato un’inclinazione per l’arte fin da giovane, pur seguendo poi gli studi di giurisprudenza, in cui si è laureata presso la «Sapienza» di Roma. Ma l’antica, intima passione, mai spenta, è ritornata prepotente portandola a seguire corsi di disegno e pittura alla Rome University of Fine Arts e di illustrazione all’Accademia di Belle Arti di Macerata. Oggi ha al suo attivo parecchie mostre, e le sue opere, ispirate all’infanzia e al sogno, sono state esposte anche a Bucarest e a Cluj riscuotendo grande successo. Di Marina Socol.



ITALIANISTICA ORIZZONTI

Unamuno e Pirandello: affinità ideologiche tra romanzo e dramma

Giuliana Di Lembo mette a confronto Miguel De Unamuno e Luigi Pirandello, scrittori che «pongono sotto una lente di ingrandimento le paure, le aspettative e le contraddizioni tipiche del XX secolo» di Spagna e Italia, riflesse in Niebla e Sei personaggi in cerca d’autore. L’autrice sottolinea che il «clima di paure e incertezze» dell’epoca fece maturare in loro riflessioni comuni che «non devono essere necessariamente ascritte a una conoscenza approfondita tra i due, né a un'influenza reciproca» quanto «piuttosto a due atteggiamenti simili di fronte a fenomeni socioculturali analoghi».




ANTOLOGIE ORIZZONTI

Antologia di narrativa e saggistica: 62 scrittori romeni inediti in italiano

Nell'ambito della nostra rivista vi offriamo alcune antologie online che si arricchiscono mensilmente. La prima riunisce, nella Biblioteca Orizzonti Inediti, 62 scrittori romeni di varie epoche, non ancora tradotti oppure con opere inedite in traduzione italiana.  I classici della letteratura romena quali Costache Negruzzi, Ion Creangă, Ion Minulescu, Lucian Blaga, Camil Petrescu, Matei Călinescu, Liviu Rebreanu ecc., sono accompagnati da numerosi autori contemporanei: Ana Blandiana, Magda Cârneci, Florina Ilis, Gabriel Liiceanu, Ciprian Măceşaru, Andrei Pleşu e molti altri.



Antologia di 64 poeti romeni di tutti i tempi

La nostra seconda antologia riguarda la poesia. Qui abbiamo finora riunito 64 poeti romeni di tutti i tempi, a iniziare da Anton Pann per poi continuare con il «poeta nazionale» Mihai Eminescu e con altri illustri poeti quali Lucian Blaga, Alexandru Macedonski, Ion Vinea, Benjamin Fondane, Gherasim Luca, Gellu Naum, Mircea Ivănescu, Ion Vinea, Cezar Ivănescu, Emil Brumaru, Ilarie Voronca, Nichita Stănescu, Marin Sorescu, Octavian Paler, Virgil Mazilescu, Mariana Marin, fino ai nostri giorni con Ana Blandiana e molti altri poeti che vi presentiamo per la prima volta in italiano.



DATABASE ORIZZONTI

Database «Scrittori romeni in italiano»: 1900-2021

Al fine di offrire uno sguardo complessivo sulla letteratura romena presente in Italia dall'inizio del Novecento, il nostro database Scrittori romeni in italiano comprende titoli di libri di autori romeni pubblicati in italiano dal 1903 al presente, non solo in Italia, ma anche in Romania (in edizioni bilingui). A questo si aggiunge la sezione Scrittori romeni italofoni riguardante sia gli Autori della Romania con scritti in italiano, sia gli Scrittori migranti, che vivono e operano in Italia, scrivendo e pubblicando le loro opere in lingua italiana. A cura di Afrodita Carmen Cionchin e Mauro Barindi.



ORIZZONTI NUOVE SEZIONI

Italianistica Orizzonti: un dialogo tra i colleghi italiani e romeni

La nostra sezione Italianistica Orizzonti raccoglie gli articoli dedicati alla lingua, alla letteratura e alla cultura italiana in generale, da parte degli italianisti romeni e degli studiosi italiani di vari ambiti specialistici. Articoli specifici si possono trovare anche nelle altre sezioni tematiche della nostra rivista. Nell'edizione romena si possono inoltre consultare le due Antologie Orizzonti dedicate alla poesia italiana, rispettivamente alla narrativa e alla saggistica italiana in traduzione. Invitiamo i colleghi italiani, romeni e di altri Paesi a continuare a darci il loro contributo.



Orizzonti d'Arte: artisti romeni e italiani, faccia a faccia

Nell'ampia sezione Orizzonti d'Arte, con il corrispondente romeno, Orizonturi de Artă, proponiamo un faccia a faccia ideale tra artisti romeni e italiani di varie epoche, con particolare attenzione al presente: artisti, mostre e festival d'arte contemporanea tra Italia e Romania, con presentazioni accompagnate da ricche gallerie. Abbiamo inoltre inaugurato una serie di Gallerie a tema dedicate contemporaneamente all’arte italiana e all’arte romena, nell’intento di mostrare le loro bellezze al pubblico di entrambi i Paesi, come «Le acquaiole» versus «Ţărăncile cu ulcior» (Contadine con orcio).



Orizzonti filosofici: una sezione per la filosofia e le scienze umane

La sezione «Orizzonti filosofici», coordinata da Horia Corneliu Cicortaș, si propone di accogliere articoli, recensioni, interviste e testi italiani inediti di autori romeni, su temi concernenti la filosofia, le scienze umane (psicologia, antropologia, sociologia), la storia delle religioni e altri ambiti disciplinari affini. Le proposte vanno inviate a filosofica@orizzonticulturali.it o agli altri recapiti della redazione; i testi accettati devono seguire le nostre norme redazionali consultabili qui. La sezione raccoglie i testi attinenti pubblicati in precedenza sulla nostra rivista.



Orizzonti Donna si apre ad altre culture: un invito

Orizzonti Donna, a cura di Afrodita Carmen Cionchin, si apre alle tematiche femminili di altre culture. Invitiamo perciò i colleghi italianisti e romenisti, nonché i colleghi specializzati in altre culture, a inviarci proposte di articoli sulla figura femminile nelle sue più diverse sfaccettature: in letteratura, arte, scienza, ecc. Una direzione di interesse rimane quella delle scrittrici migranti romene in Italia, che abbiamo presentato in entrambe le edizioni linguistiche, tra le quali si annoverano: Irina Turcanu Francesconi, Ingrid Beatrice Coman, Ana Danca, Cristina Mărginean Cociș.



Cinema Orizzonti, una finestra sull'attuale cinematografia romena

La sezione Cinema Orizzonti fa conoscere al pubblico italiano la cinematografia romena recente, che ha ottenuto importanti riconoscimenti internazionali. Vi proponiamo quindi un incontro con i maggiori rappresentanti del «Noul Val», il nuovo cinema romeno che si muove sostanzialmente tra parodia del passato e critica dell'attualità. Allo stesso tempo, rivolgiamo la nostra attenzione anche ai momenti più significativi del cinema italiano: nel 2020, Centenario dalla nascita di Federico Fellini, abbiamo dedicato uno speciale numero monografico al grande regista.




BIBLIOTECA ORIZZONTI

Nuove segnalazioni in «Biblioteca Orizzonti», editi e inediti in traduzione

Vi invitiamo a scoprire le novità della nostra «Biblioteca Orizzonti», in cui riuniamo sia opere edite (volumi in formato pdf integrale o parziale e articoli individuali), sia estratti inediti di opere romene in traduzione italiana - narrativa, poesia, saggistica, che sono costantemente pubblicati sulla nostra rivista. Per arricchire la sezione delle opere edite, rivolgiamo un caloroso invito agli editori e agli operatori culturali in generale a contribuire con volumi che saremo lieti di pubblicare, a vantaggio di una loro maggior circolazione e diffusione, permanentemente consultabili online.



«Biblioteca Orizzonti d'Arte»: un invito per la nostra nuova sezione

Nella nuova sezione «Biblioteca Orizzonti d'Arte» pubblichiamo libri e cataloghi specialistici, in pdf, dedicati all'arte romena e all'arte italiana con i loro rappresentanti del presente e del passato. Il nostro obbiettivo è quello di far conoscere e di promuovere gli artisti romeni contemporanei in Italia e gli artisti italiani del momento in Romania. Invitiamo gli addetti ai lavori, italiani e romeni, a contribuire all'arricchimento di questa nuova sezione che offriamo ai nostri lettori. Segnaliamo qui il bel volume dedicato al pittore Constantin Udroiu. I colori del cuore (Editron, Roma 2019).



«Biblioteca Orizzonti Storia», la nostra nuova sezione specialistica

Nella sezione Storia della nostra «Biblioteca Orizzonti» pubblichiamo libri, cataloghi e articoli specialistici, in formato pdf, dedicati alla storia dei romeni e delle interferenze italo-romene dal medioevo all’età contemporanea. Le relazioni bilaterali tra Italia e Romania sono state tradizionalmente strette grazie alla comune identità latina e a lingue simili e questo campo di ricerca gode di una notevole bibliografia. Invitiamo calorosamente gli storici italiani e romeni a contribuire all'arricchimento di questa nuova sezione che offriamo ai nostri lettori.







Rivista online edita
dall’Associazione Orizzonti Culturali Italo-Romeni.

Promuove
il dialogo interculturale,
con particolare interesse
verso la traduzione letteraria come opera di mediazione.













PARTNER ISTITUZIONALI






PARTNER SOSTENITORI



COPYRIGHT

Tutti i testi contenuti
in questo
sito
sono tutelati dal diritto d’autore.
È pertanto vietato
qualsiasi utilizzo
o riproduzione totale o parziale, attraverso qualsiasi mezzo
fisico o elettronico,
senza previa autorizzazione.